5 tipi diversi di co-dipendente





Il narciso ha risolto il problema della carenza affettiva convincendosi a diventare perfetto. Se il narciso trova qualcuno che lo ama nonostante i suoi difetti, gli viene riattivato quell'antico trauma causato dal genitore che lo aveva rifiutato. Il co-dipendente vive il trauma opposto: non si è sentito riconosciuto da bambino e si è convinto di non valere niente. Da adulti, il narcisista e il co-dipendente si incontrano perché hanno lo stesso problema di carenza affettiva, ma si combinano in modi diversi. Possono avere la possibilità di prenderne coscienza e finalmente, superare il loro malessere.


Si parla di invidia pre-edipica quando c'è una rabbia e un risentimento verso la madre da cui si vorrebbe tanto essere amati, ma da cui ci si sente rifiutati. Il desiderio di essere amati viene vissuto come frustrante. Da adulto, si sviluppa quindi, nella persona che si sente rifiutata di prendersi con la forza, di sciupare o di rifiutare l'amore della persona da cui si vorrebbe essere amati. L'amore tanto desiderato diventa una forma di sofferenza e come reazione a questa sofferenza si reagisce con la rabbia.


Se la persona riesce ad ottenere con la forza, l'affetto e le attenzione del partner, non proverà mai soddisfazione e rimarrà sempre quel senso di frustrazione e di vuoto. Il co-dipendente con il suo affetto e la sua dedizione, riattiva nel narcisista quella rabbia antica, quando da bambino desiderava tanto essere amato dalla madre, ma si è sentito rifiutato. Quando, alla fine ottiene il riconoscimento e l'affetto che desidera non lo vuole più, come ripicca. "Ho desiderato tanto il tuo amore, ho sofferto tanto per farmi riconoscere da te, e adesso che ottengo quello che voglio, non mi interessa più!". E' una reazione di rabbia e anche di invidia perché "il tuo amore mi fa stare bene, ma non mi ricambi, quindi non mi vuoi permettere di stare bene! Quindi, io svaluto il tuo amore!".


La terapia del disturbo narcisistico è molto complessa, proprio perché i narcisisti non sono consapevoli del loro disturbo di personalità e degli effetti che comportano sugli altri. Se si rivolgono ad un terapeuta è di solito, perché si sentono depressi, ma con loro la terapia non è efficace.


Per capire la struttura della patologia della dipendenza affettiva si deve considerare:

1. la persona affetta da dipendenza ha una tendenza di base al masochismo, perché soffre di bassa autostima;

2. la persona affetta da dipendenza affettiva non è una persona a cui piace essere maltrattata, ma cerca di compiacere il partner per ottenere il suo affetto e la sua gratitudine per superare la penosa sensazione di sentirsi rifiutato, di sentirsi uno scarto, "qualcuno poco amabile".


Anche se la persona dipendente affettivamente riceve questi segni di approvazione non è ancora soddisfatto perché si sente sfruttato, ingannato e che per essere amato deve diventare uno zerbino del partner, quindi si sente ancora più umiliato.


A questo punto per recuperare un po' di autostima, inizia una nuova fase in cui la persona cerca di ribellarsi e cambia atteggiamento diventa aggressivo, insensibile e cerca di ribaltare il rapporto di potere. Questo comportamento aggrava il suo senso di colpa originario e la sua bassa autostima peggiora. La persona inconsciamente, sente il bisogno di essere punito e si trova a sopportare un partner maltrattante. E' per questo motivo che ti vai a cercare i cosiddetti "stronzi" o "stronze"!.


Il dipendente affettivo non riesce a stare da solo: quando si separa è travolto da sentimenti di vuoto e di smarrimento. L'idea di separarsi dal partner sebbene sia un partner maltrattante, gli fa provare un'angoscia di morte. Sentimenti di odio, sono seguiti dal senso di colpa e dal desiderio di essere puniti. Ha il timore di mostrarsi per quello che è. Può provare anche la paura di essere annullato, sentirsi escluso, di perdere i confini e oscilla tra il desiderio di libertà e di vicinanza verso il partner. L'ansia è dominante nella persona dipendente.


La difficoltà più grande da superare per un dipendente è riconoscere i propri bisogni e essere consapevoli della tendenza a subordinarli agli altri. Amare l'altro diventa una sofferenza. Il benessere emotivo, la propria sicurezza, la propria incolumità personale e la propria salute vengono messi a repentaglio per l'altro. Il dipendente concentra tutta la sua energia per farsi amare e approvare dall'altro e poca energia rimane per concentrarsi sui suoi interessi e obiettivi.


Come esistono tipi diversi di narcisisti, esistono anche tipi diversi di co-dipendente. Vediamo insieme quali sono:


1. Dipendente affettivo ossessivo: non riesce a lasciare andare il partner anche se non è più disponibile, a livello emotivo o sessuale, o si tratta di un partner non amorevole, maltrattante o addirittura dipendente da sostanze stupefacenti o dall'alcol.


2. Dipendente affettivo co-dipendente: è il tipo maggiormente diffuso. Soffrono di scarsa autostima e si comportano in modo prevedibile. Può essere vittima o carnefice in modo alternato. Continuano a litigare anche se non vorrebbero.


3. Dipendente dalla relazione: non sono più innamorati del loro partner, ma sono incapaci di rinunciare alla relazione. Sono così infelici che la loro relazione mette in pericolo la loro salute, il loro lavoro e le loro relazioni sociali.


4. Dipendenti affettivi narcisisti: vogliono dominare e controllare il partner. A differenza dei co-dipendenti che possono tollerare notevole disagio per compiacere l'altro, i narcisisti non sono disposti per nessun motivo a rinunciare alla loro felicità. Usano l'altro per confermare loro stessi e sono quelli che rompono le relazioni.


5. Dipendenti affettivi ambivalenti: soffrono di un disturbo di personalità evitante. Lasciano andare il partner, ma hanno difficoltà a riprendersi dalla separazione. Desiderano ardentemente l'amore, ma hanno paura di sentirsi in intimità con un altro essere umano.


Ci sono molti dipendenti affettivi che hanno problemi di tossicodipendenza o di alcolismo e che hanno semplicemente spostato la loro dipendenza dalla persona alla sostanza e non ne sono consapevoli.



56 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti