L'origine della paura

Aggiornamento: 23 ago 2021


La paura viene usata dalla classe dominante per controllare le persone. Alcuni politici basano le loro campagne elettorali proprio sulla paura. In questo articolo voglio parlarvi di cos'è la paura e quali meccanismi innesca dentro di noi che influenzano i nostri comportamenti.

Il primo passo è distinguere tra la paura razionale e la paura irrazionale. La paura non è sempre negativa. La paura razionale può essere utile in situazioni di pericolo. Se qualcuno mi sta attaccando e mi sta puntando una pistola contro, la paura potrebbe salvarmi la vita. Le mie energie si focalizzano per uscire da quella situazione pericolosa.


Nella nostra società però, prevale una paura sproporzionata alla minaccia. Pensate a una persona che ha paura di uscire di casa, di parlare in pubblico o di prendere l'aereo: tutte queste paure possono essere considerate irrazionali rispetto al vero pericolo.

Tutte queste paure non hanno nulla a che vedere con il pericolo esterno o con l'effettiva minaccia, ma hanno un'origine interiore. Infatti, derivano da nostre esperienze traumatiche che non abbiamo ancora superato. La parte di noi traumatizzata da quella esperienza è ancora bloccata nella paura. C'è una parte repressa nell'inconscio che vive costantemente nella paura. Quindi, uno stimolo esterno può far rivivere o ricordare quell'esperienza traumatica e farci ripiombare nella paura. Se l'ambiente in cui siamo cresciuti da bambini era pericoloso, non ci sentivamo protetti e amati, una parte di noi potrebbe essere rimasta bloccata nella paura. Quando ci troviamo nella situazione in cui qualcuno ci fa rivivere quel vissuto traumatico, si presenta una paura irrazionale che ci blocca.


Persone con disturbi psicopatici o narcisisti che sono a conoscenza di questo meccanismo, possono di proposito, innescare paure irrazionali nelle loro vittime e farle sentire in pericolo. Usano la paura per poter controllare e dominare le loro vittime.


La paura ci porta in uno stato emotivo particolare. La paura è l'opposto dell'amore. Quando siamo bloccati in uno stato perdiamo tutte le qualità dell'emozione opposta. Quando siamo bloccati nella paura siamo concentrati solo sulla nostra sopravvivenza. Perdiamo quindi, le nostre capacità di empatia, di comprensione e di connessione con gli altri. Tutte le qualità connesse all'amore, le lasciamo da parte, perché se siamo bloccati dalla paura, ci troviamo in uno stato di pericolo. La paura restringe il nostro campo di consapevolezza.


E' pericoloso restare bloccati in uno stato di pericolo perché perdiamo la capacità di decidere tenendo in considerazione molteplici fattori. La paura ci rende estremamente controllabili e dominabili da chi è in grado di manovrare questi meccanismi.

Per poterne uscire è importante guarire quelle parti di noi ancora traumatizzate, così non verranno più attivate dagli stimoli esterni e non avremo più paure irrazionali che ci condizionano la vita.

Buona giornata!




55 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti