Paura, senso del dovere e colpa: come il narcisista li usa a suo favore!

Aggiornamento: 26 apr




Oggi vorrei parlare di un argomento molto importante per creare distacco emotivo e fisico dal narcisista. Si tratta di come la persona narcisista usano la paura, l’obbligo e la colpa contro di noi per tenerci bloccati nella relazione. Un’abilità dei narcisisti è la facilità con cui giocano con le emozioni e i pensieri degli altri e uno dei modi in cui lo fanno è manipolando queste tre emozioni. Oggi parlerò di come diventare immuni a questo gioco.

La prima emozione che usano i narcisisti contro di noi è la paura. Tutti noi abbiamo delle paure. Tutti gli esseri umani hanno dei timori in comune poi, ciascuno di noi ha delle paure specifiche e il narcisista le sa identificare. Dai primi tempi in cui ci stiamo relazionando con loro, cercano di identificare queste aree deboli o quelle aree che possono sfruttare a loro favore. Molte volte conoscono i nostri punti deboli meglio di noi.


I narcisisti usano la paura innanzitutto creandola, per esempio se dobbiamo prendere delle decisioni sane per noi, reagiscono con ira, prospettando conseguenze orribili. Cercano di spaventarci per evitare che prendiamo quelle decisioni che ci favoriscono. Ci sono paure specifiche come la paura della delusione, la paura di non fare la cosa giusta, di deludere gli altri o di farli soffrire. Per la persona narcisista è molto conveniente.


Uno dei primi passi che dobbiamo compiere come sopravvissuti a una relazione narcisista è imparare a prendere le decisioni giuste per noi, nonostante le nostre paure. Vorrei menzionare alcune delle paure più comuni che potremmo avere se siamo in relazione con un narcisista. La prima è la paura della sua rabbia, della sua reazione e di eventuali ritorsioni che comprendono il ritiro dei privilegi, escluderci dagli ambienti che condividiamo, la paura per la campagna diffamatoria che la persona narcisista crea con molta frequenza, la paura di sentirci rifiutati dalle persone che abbiamo intorno: quando applichiamo il contatto zero, molte persone non lo capiscono e lo vedono come una cattiva decisione da parte nostra. Quindi, potremmo avere il timore di essere rifiutati o disapprovati dagli altri, se prendiamo delle decisioni per il nostro bene. La paura che si metta in discussione la nostra integrità e che la nostra reputazione venga compromessa. La paura della solitudine: molti di noi sono completamente isolati a causa di questo tipo di relazione. Se ci abbandona la persona narcisista, potremmo pensare di non incontrare nessun altro. La paura dell’ignoto: a volte non riusciamo ad uscire dalle situazioni scomode perché siamo abituati. Quella situazione è nuova e non ci è familiare.

Queste paure sono molto dannose e ci impediscono di cercare la nostra libertà.

La seconda emozione o sensazione che il narcisista usa contro di noi è il senso del dovere. Quasi sempre i narcisisti scelgono di relazionarsi con persone che hanno un senso del dovere molto forte. Quindi, scelgono persone che temono di fare qualcosa di sbagliato, che hanno dei valori o credenze che impediscano loro di dare false certezze. I narcisisti si approfittano di questa situazione. Promuovono idee che nella società sono accettate, in modo che noi rimaniamo al loro lato. Mascherano i loro capricci con qualcosa che è nostro dovere o anche una nostra responsabilità. Descrivendo una brava persona come qualcuno che tutto sopporta, che deve rinunciare e che si pone in secondo piano e lascia passare avanti gli altri. Ci fa sentire responsabili del suo benessere fisico, emotivo o finanziario. Questa è una trappola in cui cadiamo molte volte perché cerchiamo di aiutare gli altri senza renderci conto che ogni persona adulta ha la responsabilità di preoccuparsi del suo proprio benessere, di prendersi cura della sua salute, del suo benessere emotivo e delle sue finanze. Quindi, ogni adulto ha questa responsabilità con se stesso. L’ideale è che facciamo il nostro dovere con noi stessi. Se siamo in buone condizioni possiamo aiutare anche gli altri. La persona narcisista non si assume queste responsabilità con se stessa, ma vuole che siano gli

altri a provvedere in tutto a lui/lei. Trovarsi in questa dinamica non è sano per noi. È meglio che lo sappiamo e che teniamo questa idea in mente.


Un’altra forma in cui i narcisisti utilizzano il senso del dovere contro di noi è usando l’importanza della relazione come una scusa per tollerare tutti i loro comportamenti distruttivi. Per esempio, in caso di genitori narcisisti, la società dà importanza alla relazione padre figlio, un’importanza che i narcisisti usano come una scusa per obbligarci a tollerare tutti i loro comportamenti squilibrati o che ci nuocciono . Anche nel matrimonio, in cui lo sposo/a narcisista usa la promessa fin che morte non ci separi, come una scusa per obbligarci a sopportare tutto ciò che fanno. Lo sposo narcisista fa ciò che vuole e noi invece, dobbiamo rinunciare alle nostre libertà.

I narcisisti usano i nostri valori contro di noi. Valori come per esempio, la lealtà che è un valore molto bello, infatti la nostra società ne avrebbe bisogno. Tuttavia, in questo tipo di relazione, la lealtà è qualcosa che ci tiene ancorati a situazioni che non ci corrispondono. Quindi, se hai la lealtà come un valore fondamentale assicurati di scegliere persone che veramente se lo meritano. Un’altra forma con cui i narcisisti usano il senso del dovere contro di noi è dare per ricevere. È una tattica molto comune tra i narcisisti covert. All’inizio della relazione sono disposti a darci molte cose, a farci dei favori e ci fanno sentire in debito con loro. Questo comportamento dipende dal fatto che vogliono seminare per poi raccogliere. A volte ci sentiamo costretti a sopportare perché in passato hanno fatto molte cose per noi. Vorrei ricordarti che dare è qualcosa di volontario, è qualcosa che facciamo indipendentemente dal risultato che possiamo ottenere. Non ti dovresti sentire costretto a sopportare per ciò che questa persone ha fatto per te nel passato. Ricordati che il narcisista non è una persona sana e non è una persona che vuole il tuo benessere.

La terza emozione che i narcisisti usano contro di noi è la colpa. Tutte le persone che hanno vissuto questo tipo di relazione hanno lottato con il senso di colpa. È normale per un essere umano sentirsi in colpa, ma un narcisista la userà come uno stratagemma per mantenerci al suo fianco. Cercano perfino di farci sentire in colpa per cose che non sono cattive. Ci incolperanno di tutto, dalle piccole cose a situazioni più gravi, di cose che abbiamo fatto noi o di cose che loro hanno fatto. Con il passare del tempo ci sentiamo colpevoli. Il narcisista ci fa sentire colpevoli quando prendiamo delle decisioni per il nostro benessere. Questo senso di colpa ci impedisce di prendere le decisioni corrette perché sentiamo che stiamo facendo qualcosa che non va bene. Pensiamo che se ritiriamo il nostro aiuto, la situazione sarà irreparabile. Cerca di farci restare al suo fianco e di convincerci a

sopportare tutto. Ci vogliono convincere che ciò che stiamo facendo sono delle azioni crudeli. Per esempio, se poni un limite, ti fanno sentire che stai compiendo un’azione crudele, quando in realtà è la conseguenza naturale di un’azione squilibrata.

Come renderci immuni a questo gioco emotivo.

La prima cosa è conoscere questo gioco in modo tale che non abbia più potere su di noi. La seconda cosa è dare più importanza alla logica, invece che alle nostre emozioni. A volte quando siamo in questo tipo di relazioni tanto dannose non diamo priorità alla logica, ma a quello che sentiamo. Nelle relazioni tossiche non sempre quello che sentiamo è affidabile. Quindi, dobbiamo imparare a discernere ciò che è giusto per noi, lasciando da parte il lato emozionale. Devi fare i passi necessari indipendentemente da come ti senti. Quando siamo coraggiosi e affrontiamo le nostre paure, stiamo iniziando a compiere un passo fondamentale per il nostro recupero.

Un altro modo per creare un’immunità a questo gioco emozionale è assumersi la responsabilità solo per le cose che ti corrispondono. Dobbiamo distinguere la colpa vera quando stiamo facendo qualcosa di sbagliato, dalla colpa falsa generata dal narcisista. Non devi sentirti in colpa quando prendi una decisione sana. Dobbiamo imparare questa distinzione. Una cosa è sentirsi colpevoli e un’altra è essere colpevoli. Infine, devi imparare a stare bene nel disagio. All’inizio quando dobbiamo prendere delle decisioni per il nostro bene, ci sentiamo a disagio. Sentirsi a disagio per prendere una decisione sana è qualcosa che ci darà dei frutti positivi, mentre sentirsi a disagio in una relazione che è negativa per noi a lungo termine non ci darà nessun tipo di beneficio. Quindi, questo disagio che potremmo sentire per prendere delle decisioni sagge è un disagio che ci porterà cose positive.

Ti ringrazio per avere letto questo post. Condividilo, se credi che sia di aiuto anche ad altri che si trovano nella tua stessa situazione. Lascia i tuoi commenti, scrivi la tua opinione e raccontami le tue esperienze.


Ti auguro una buona giornata!

Monica De Santis

Life Coach




34 visualizzazioni2 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il narcisismo