Psicosi: differenza tra delusioni e allucinazioni.

Aggiornamento: 16 mag

Il termine psicosi indica un tipo di disturbo psichiatrico, espressione di una severa alterazione dell'equilibrio psichico dell'individuo, con compromissione dell'esame di realtà e frequente presenza di disturbi del pensiero come allucinazioni e deliri.





Allucinazioni e delusioni sono due sintomi psicotici che sono molto diffusi nella società moderna, specialmente tra le persone con una storia familiare di malattie mentali pregresse.

Delusioni e allucinazioni, entrambe presenti nell'epidemia psicotica, non sono le stesse né si esprimono allo stesso modo . Il primo di solito si manifesta nel disordine delirante o paranoico, mentre i secondi sono tipici della schizofrenia.


Ma cosa li differenzia esattamente? Le delusioni sono false credenze. Cioè, credenze errate della realtà su un fatto o un oggetto esistente. Sono, in altre parole, una distorsione di uno stimolo esterno che è presente. Ad esempio, quando qualcuno soffre di delusioni, può camminare attraverso un centro commerciale e credere che le persone che incrociano li stiano spiando per poi dare le informazioni alla polizia.

D'altra parte, le allucinazioni sono false percezioni, come ascoltare, vedere o provare qualcosa che in realtà non esiste . I pazienti con questa condizione ascoltano o vedono le cose, ma quegli oggetti o voci non sono realmente lì, sono invenzioni della mente. Ad esempio, un individuo con allucinazioni può credere di parlare attraverso i muri di casa sua.

Una persona che sta sperimentando allucinazioni può sentire voci che parlano con lui, quindi tenderà a rispondere a quelle voci che spesso appaiono come vere conversazioni con altri che gli sembrano intorno a lui.


Causa

Le Delusioni: Le delusioni si verificano principalmente a causa di disturbi psicologici o neurologici sottostanti.

Le Allucinazioni: Le allucinazioni possono verificarsi a seguito di privazione del sonno, consumo di alcol o abuso di droghe, oltre che a condizioni psicologiche come la schizofrenia.


Chi soffre di psicosi va spesso incontro anche a delle illusioni, cioè a una credenza fissa, ma falsa che è spesso fantasiosa e derivata dall'inganno. Le illusioni sono sintomi frequenti in psichiatria, anche se possono apparire alquanto strani e terribili a volte. Nelle illusioni la percezione parte da uno stimolo reale ma è integrata da una parte soggettiva. Ad esempio, se per caso camminiamo a mezzanotte a fianco di un cimitero, la suggestione potrebbe portarci a interpretare un soffio di vento come se fosse un sussurro. Come dicevamo prima, la percezione ha sempre una componente soggettiva.





Quando si parla di allucinazioni ci si tende a riferire quasi sempre alla più grave delle malattie psichiatriche: la schizofrenia. Le allucinazioni nella schizofrenia sono infatti uno dei sintomi principali e sono accompagnate, fin da subito, dal delirio. Quindi le allucinazioni avvengono all’interno di un disturbo delirante, dove c’è un totale stravolgimento della consapevolezza della realtà. Per comprendere i disturbi della percezione comunque è importante ricordare che il nostro cervello non percepisce la realtà direttamente…quello che viviamo soggettivamente come percezione è sempre un confronto tra il mondo esterno e i nostri ricordi e le nostre esperienze personali.”

Da quest’ottica quindi le allucinazioni possono essere interpretate come l’estrema soggettività della percezione, in cui la soggettività psicotica è tanto forte da essere in grado, da sola, di creare una percezione.

Le allucinazioni possono riguardare tutte le capacità sensoriali. Nella realtà, a differenza di quanto emerge nei film dove anche per esigenze narrative la maggior parte delle allucinazioni è di tipo visivo, nella patologia psichiatrica le allucinazioni sono più frequentemente uditive. E forse c’è anche una ragione per questo. Infatti la voce, la parola, sono la forma principale di comunicazione. Non solo…anche il pensiero, il nostro pensiero, è un dialogo con noi stessi.

In genere comunque le allucinazioni in psichiatria non si presentano mai sole, senza altri disturbi o come sintomi isolati. E’ anche difficile che i pazienti che hanno allucinazioni ne parlino e le comunichino. Quindi è difficile che parenti e familiari se ne accorgano facilmente.

Altre cause di alterate percezioni sono l’uso di sostanze. L’alcolismo cronico può dare come sintomi delle vere e proprie allucinazioni uditive. In particolare nell’alcolista le allucinazioni tendono a manifestarsi come voci dialoganti che parlano tra loro del paziente senza riferirsi direttamente a lui in prima persona. Spesso queste voci hanno un carattere ingiurioso, di derisione, minaccioso o di gelosia. Il delirio di gelosia è un delirio tipico del paziente alcolista.

Poi ci sono altre sostanze che inducono allucinazioni. Appunto gli allucinogeni, la mescalina e l’LSD, che danno delle vere e proprie allucinazioni molto simili a quelle della schizofrenia e che possono riattivare dei flashback allucinatori anche ad anni di distanza dall’assunzione della sostanza.


Monica De Santis

Life Coach




5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti